La legge n. 119 del 31707/2017 stabilisce nuove disposizioni in materia di prevenzione vaccinale ed estensione dell'obbligatorietà. A seguito degli accordi tra Ufficio Scolastico Regionale e Assessorato Regionale alla Sanità, le disposizioni per l'a.s 2017/18, per l'accesso alla scuola dell'obbligo degli studenti dai 6 ai 16 anni, le famiglie dovranno presentare, entro il 31 ottobre 2017, idonea documentazione che attesti l'effettuazione delle vaccinazioni obbigatorie previste: 

anti-epatite B,

anti-tetano,

anti-poliomielite,

antidifterite,

antipertosse,

anti-Haemophilus influenzae tipo b,

anti-morbillo

anti-parotite,

anti-rosolia.

In alternativa è possibile produrre idonea documentazione che attesti:

1. l'esonero per immunizzazione naturale se la malattia è stata contratta,

2. l'omissione per motivi di salute

3. il differimento della vaccinazione per condizioni cliniche temporanee che ne impediscono l'effettuazione

4. l'avvio del percorso di recupero delle vaccinazioni con formale richista all'Azienda USL competente.

La mancata pressentazione non preclude l'ammissione, ma i genitori o tutori legali sono passibili di sanzioni pecuniarie.

La documentazione da produrre potrà, in via temporanea, essere sostituita da autocertificazione fino alla scadenza del 10 marzo 2018, data in cui dovrà esssere presentata la documentazione attestata dalle Aziende USL.